Hotel Catania Centro (ex La Vecchia Palma) - Via Etnea 668, 95128 Catania

Single Blog Title

This is a single blog caption
Sagra del Fungo Porcino dell'Etna a Fornazzo a Milo

5° Edizione della Sagra del Fungo Porcino a Fornazzo, frazione di Milo (CT), 16 e 17 settembre 2017 in Piazza Sacro Cuore di Gesù. Oltre all’aria salubre e alla calma che circonda Fornazzo, ci saranno le migliori specialità cucinate con funghi freschi appena colti dai meravigliosi boschi dell’Etna che rendono unici i nostri funghi per sapore e odore!

Menù della Sagra del Fungo Porcino di Fornazzo:
Risotto ai Funghi;
Maccheroni alla Boscaiola;
Panino con salsiccia ai funghi o semplice;
Contorni; 
Dolci caserecci;
Acqua, Bevande e vino locale.

Le serate saranno animate da musica live in piazza! L’intero ricavato sarà devoluto ai festeggiamenti del Sacro Cuore di Gesù di Fornazzo. L’evento è curato dalla Commissione per i Festeggiamenti in onore del Sacro Cuore di Gesù.

Fornazzo, « Villaggio Ideale d’Italia« , piccolo borgo di Milo.
La piccola Chiesa è votata al Sacro cuore di Gesù” la cui festa ricorre la seconda domenica di luglio quando gli abitanti di Fornazzo e i tanti pellegrini si uniscono in processione fino al piccolo altarino che abbracciato dalla lava nel 1979 ne è uscito illeso. Di cicatrici laviche Fornazzo è piena ma insieme a queste convivono le dimore che costruite in armonia con la natura del paesaggio costituiscono un po’ il trattato di pace che, implicito, nasce spontaneo tra uomini e vulcano.

Tradizione vuole che un giorno un uomo edificò la proprio dimora accanto una grotta lavica, quell’onda di lava, quella grotta sembrava a chi la guardasse un grande forno: un “fornazzo”. Da allora il luogo in cui nasceva quella lingua di pietra ha assunto una nuova identità, quella che conserva ancora oggi. Forse non tutti i visitatori avvertono la magia o l’incanto della tranquillità che permea l’animo di chi qui vive ma anche al visitatore più distratto non potrà sfuggire il senso di pace e di eterno che questo luogo trasuda e. per chi più attentamente ascolta: un respiro, quello della montagna, viva.

Ultima modifica: 2017-09-05 11:07


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+